You are currently viewing Performing Media!

Performing Media!

__Agire, non subire, il flusso mediale__

 

 


Dal 14 al 20 settembre: Walkabout, performance, installazioni di intelligenza artificiale,
experience lab, videoproiezioni nomadi

Martedì 14 settembre alle ore 17 , presentazione del progetto, all’Ex Istituto LUCE (Piazza Cinecittà 11) Sala Rossa. Experience lab Opening, con  Carlo Infante, presidente di Urban Experience e curatore del progetto insieme a Elena De Santis, assessora a Cultura, Politiche della Scuola,  Sport e Politiche Giovanili del  VII Municipio. A seguire walkabout con videoproiezioni nomadi.

Performing media è un concetto evolutivo, comporta una nuova sensibilità che permette d’interpretare l’innovazione digitale come un’espansione delle possibilità di comunicazione, per agirle e non subirle. Si tratta di tutto un mondo di pratiche creative che trova origine nell’ambito delle culture digitali e ancora prima del teatro di ricerca affinato ai media, sia radiofonici sia video, in particolare con il videoteatro, una peculiarità italiana sviluppata nei primi anni Ottanta, con la Postavanguardia. Un fenomeno che si è poi esteso alle più diverse articolazioni, tra performance e multimedialità, che si misurano con le trasformazioni dei linguaggi audiovisivi. Oggi il performing media riguarda sempre più lo sviluppo delle tecnologie dei nuovi media interattivi, mobili e geolocalizzati (su cui Urban Experience con le sue “mappe parlanti” basate su geo-podcast sta facendo scuola).

 I media possono diventare così performanti in via direttamente proporzionale alle nostre azioni innestate da progettazioni culturali ed educative. Ciò sta creando un nuovo paradigma per ciò che definiamo cultura: il rapporto tra uomo e mondo non è solo mediato da tecnologie meramente intese come strumenti ma comporta un’integrazione sensibile tra il naturale e l’artificiale, creando nuove opportunità di evoluzione antropologica e culturale.

Il progetto si svilupperà in una ricognizione teorica ed esperienziale, ludica e partecipativa, basata sull’apprendimento dappertutto. Coinvolge la Comunità Educante Diffusa del VII Municipio  con le esplorazioni  dei walkabout radionomadi per mappare il territorio, utilizzando anche videoproiezioni nomadi e foot footage, ovvero l’uso di repertori di memoria audiovisiva pertinente le peculiarità territoriali attraversate in cammino (come nell’azione prevista con la Scuola Nazionale di Cinema). Un momento conclusivo si svolgerà all’Accademia nazionale di Danza in cui fare un bilancio dell’iniziativa nella proiezione verso la terza edizione nel 2022 che concluderà il progetto triennale, valutando le diverse partnership, tra cui quella del Teatro di Roma.

Tra le performance si rilevano: The Walk di Cuocolo-Bosetti (il 16 settembre a Tor Fiscale) in cui la soluzione radiofonica di performing media trova un’evoluzione drammaturgica che investe la dimensione più intima, scuote la coscienza in un processo perturbante capace di far scaturire teatro dall’inquietudine.

I silent play  (Sospesi  il 18 settembre al Mandrione e Un altro sguardo il 19 a Villa Lazzaroni) di Carlo Presotto, un format di performing media capace di rendere protagonisti gli spettatori in happening che si rivelano come una palestra ludico-partecipativa di cittadinanza educativa.

Decentramenti di Simona Verrusio-Vj Janus ( il 17 settembre alla Romanina), un percorso di performing media lungo le tracce dell’avanguardia teatrale  di Quartucci-Tatò nelle prime azioni di decentramento culturale dei primi anni Settanta e l’archeologia industriale dell’innovazione tecnologica per le telecomunicazioni di Italo Radio che divenne poi Italcable, esperienze apripista ai confini della città: in Romanina.

Nuvola Project realizzerà l’installazione di intelligenza artificiale IA Emotion Analysis elaborando il flusso delle conversazioni che saranno trasmesse in streaming su radiowalkabout.

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Tutto si svolge all’aperto, con i sistemi radio che garantiscono distanziamento fisico, sollecitando la prossimità sociale.

Tutte le azioni sono a ingresso libero e gratuito.

Prenotazione fondamentale a info@urbanexperience.it oppure su WhatsApp: 3358384927 (indicare nome e cognome di tutti i partecipanti, oltre a un cellulare di riferimento). Si invita inoltre a portare le proprie cuffie dello smartphone (quelle con mini jack).

Streaming web-radio su www.radiowalkabout.it

Hashtag #performingmedia #cultureroma

Info e contatti:

www.urbanexperience.it | info@urbanexperience.it | 3393669717 | WhatsApp 3358384927

Partner: Accademia Nazionale di Danza, Scuola Nazionale di Cinema, ItaliaSmArtCommunity, RiavviaItalia, VII Municipio di Roma Capitale, Georadio, Italia SmArt Community, Parco Archeologico dell’Appia Antica, La Torre Del Fiscale, Comunità Educante Diffusa del VII Municipio,  Università Mercatorum, Spazio Incontro Scholè, Siamo VII, Battiti! Onlus, Teatro di Roma.

In memoria di Paolo Ramundo, l’Uccello del ’68 che coltivando la terra ha curato Roma

Lascia un commento