Ada Negri

Via Latina 303

Descrizione

La scuola dell’infanzia “Ada Negri” è così strutturata:
• 8 sezioni a tempo pieno ubicate al piano terra dell’edificio scolastico principale, che ospita anche la scuola primaria statale omonima, afferente all’IC Via Latina 303;
• 1 sezione antimeridiana distaccata dall’edificio principale, ma collocata all’interno dello stesso complesso, con annesso un proprio spazio esterno recintato.

Le aule, molto luminose, sono strutturate in angoli ossia: angolo delle costruzioni, angolo morbido, angolo della cucina, angolo della lettura, angolo dei travestimenti, spazio per i travasi, manipolazione, e spazio per attività di logica ecc. Questa articolazione degli spazi permette al bambino, nel momento del gioco simbolico, di scegliere in quale angolo poter esprimere meglio le proprie inclinazioni e sperimentare nuove attività.

La vita scolastica non si esaurisce all’interno dell’aula di sezione, ma tutti gli spazi della scuola (sia interni che esterni) concorrono allo sviluppo dell’apprendimento e dell’esperienza e sono oggetto di progettazione concordate dalle/dagli insegnanti ai fini di una esperienza educativa e didattica più ampia.

In ottemperanza ai principi costituzionali quali la «Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (1989), alle normative europee «Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio» (18/12/2006) e in conformità alla legge 107/2015, la scuola dell’infanzia comunale «Ada Negri» promuove:
• la partecipazione attiva delle famiglie (incontri di sezione; incontri individuali con le famiglie; consiglio di scuola);
• il pieno sviluppo della persona umana;
• l’uguaglianza delle opportunità educative e formative (Piani educativi individualizzati);
• l’accoglienza e l’inclusione;
• l’apertura al territorio.

Nella scuola esiste uno spazio “laboratorio” ossia un luogo specializzato in cui vengono svolte “attività pensate”, dove i bambini imparano a sperimentare e a creare cose nuove.

E’ previsto l’insegnamento della Religione Cattolica (cfr DPR del 20 agosto 2012, n. 175) per tutti coloro che, in fase di iscrizione ne abbiano fatto richiesta.

Il servizio di refezione scolastica è interno e assicurato dalla ditta individuata da Roma Capitale attraverso apposita procedura di gara: l’operatore che al momento svolge il servizio è la ditta «Dussmann», che utilizza prodotti biologici conformemente al Capitolato d’appalto predisposto dal Dipartimento Servizi educativi e scolastici del Comune di Roma.

La scuola, inoltre, prevede attività facoltative integrative (sospese per l’anno 2020/2021 causa emergenza COVID 19) effettuate da Laboratori con operatori esterni (massimo 2 attività per sezione, il cui costo è a carico delle famiglie) quali:
• Psico-motricità
• Teatro
• Musica

Progetto educativo:
La scuola dell’infanzia comunale, primo segmento formativo del sistema scolastico di base, accoglie bambini e bambine dai 3 ai 6 anni, residenti nel comune di Roma; essa intende offrire al bambino, nel rispetto dei suoi diritti e del suo vissuto personale, la possibilità di svilupparsi nella completezza della propria identità.
Il bambino che frequenta la scuola dell’infanzia, stabilisce relazioni sia con altri bambini, sia con adulti, i quali sapranno accoglierlo con affetto, ascoltarlo, stimolarlo e introdurlo a nuove esperienze, trasmettendogli valori importanti per prepararlo a conseguire regole civili e sociali ed educarlo in uno spirito di pace, dignità, tolleranza, libertà, uguaglianza e solidarietà.
La scuola dell’infanzia si caratterizza come contesto relazionale, pertanto un clima sereno e professionale in grado di accogliere, contenere e sviluppare l’emotività del bambino, lo indirizza all’emergere dei bisogni di sicurezza, gratificazione e autostima: conoscere le proprie emozioni, imparare a controllarle è importante e permette alle bambine e ai bambini di crescere come persone equilibrate.
Riteniamo, pertanto, che una organizzazione didattica-educativa debba essere flessibile, in grado di venire incontro ai bisogni di conoscenza, apprendimento e relazione, in grado di insegnare a gestire le frustrazioni, che possono emergere, con le regole di comunità, e favorire uno sviluppo armonico del bambino con un giusto equilibrio tra le competenze emotive e cognitive.
Pertanto il collegio docenti della scuola dell’infanzia “Ada Negri” intende proporre ai bambini percorsi di apprendimento mirati a rafforzare l’identità personale e l’autonomia.
A questo scopo, nei libri e nelle storie, abbiamo individuato gli strumenti attraverso i quali ogni bambino avrà l’opportunità di riconoscersi e identificarsi.
Da qui il titolo del nostro progetto didattico-educativo “DALL’ALTRA PARTE”, che prende spunto dal libro omonimo di Cristina Petit, che ci aiuterà a vedere le cose in modo flessibile, a guardare il mondo con occhi diversi secondo la prospettiva di ognuno a prescindere dalla nostra opinione personale per favorire il dialogo, l’apertura mentale, la collaborazione, il rispetto per l’altro e del diverso da me.
Dall’altra parte infatti, non ci sono solo i contrari e opposti, ma spesso anche ottime possibilità.

Contatti